Amministratore di Condominio: la differenza tra boss e leader

Si parla spesso di Leadership, a volte anche a sproposito, ma cosa significa?

Perché è così importante nel lavoro di amministratore?

La leadership cosa serve?

Il Leader all'interno di un team di lavoro e in particolare di uno studio di amministrazioni immobiliari è una figura molto diversa dal Boss o dal capo, concetti legati a una organizzazione di azienda di vecchio stampo.

Il "capo" da le sue direttive ai dipendenti, prende le decisioni e utilizza il personale come mero esecutore delle sue indicazioni.
Il Leader, per contro, lavora fianco a fianco del team e come dice Daniel Goleman, scrittore, psicologo e giornalista americano, √® capace "di influenzare la gente e aiutarla a lavorare meglio per raggiungere uno scopo finale in comune‚ÄĚ.

La qualità di Leader quindi è sempre riconosciuta dagli altri e non può essere autoproclamata. Una peculiarità che va conquistata.

Leader non si nasce si diventa lavorando fianco a fianco dei propri collaboratori, costruendo un team basato sull'ascolto reciproco e su una filosofia condivisa. Taichii Ono, ingengnere di Toyota era solito dire che per essere un buon leader occorre "sporcarsi le mani", scendere nel Jemba e valutare il lavoro da vicino per poter capire meglio quali sono le problematiche e gli ambiti di miglioramento. 

Se seguite i nostri corsi avrete sicuramente giá sentito il termine "sporcarsi le mani" in ambito lean, questo perché in un team il vero leader é colui che in primis si mette in gioco con i suoi collaboratori. 

Un buon Leader deve possedere alcune qualità (soft skill), esse possono essere coltivate e potenziate con l'aiuto di un coach che saprà trasmettere gli strumenti da utilizzare con il team. Le tecniche di coaching sono un alleato prezioso per il Leader, lo supportano nella gestione del lavoro di ogni giorno e nel miglioramento continuo della sua azienda.

Le soft skill per un Leader sono:

  • Ascolto Attivo. Non significa sentire quello che dice il team ma tacere, sospendere il giudizio e ascoltare. Ascoltare √® una delle azioni pi√Ļ faticose, un leader ascolta con le orecchie ma anche con gli occhi, ascolta le parole e anche i silenzi.
  • Autorevolezza. Da non confondere con la autorit√†. Autorevolezza √® competenza, sincerit√† e affidabilit√†. La competenza deriva dalla conoscenza delle cose. Sincerit√† √® la coerenza con ci√≤ che dichiariamo. La parola d'ordine √® non mentire mai, per nessuna ragione. Infine l'affidabilit√† √® saper mantenere la parola data.
  • Coraggio e Visione.¬†Un leader ha la capacit√† di avere una visione, un progetto e un pensiero sul come vuole le realizzare le cose.
  • Comunicazione.¬†La capacit√† di comunicazione √® fondamentale per un leader, saper utilizzare strumenti come empatia e gentilezza facilitano il dialogo e costruiscono relazioni efficaci in ottica win-win.

Ne hai gi√° sentito parlare?
Questo articolo ti ha incuriosito?


Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

H-MI è un marchio di Elena Cavedagna.
p.IVA: 02408831200 C.F.: CVDLNE74S43A994Q
via Calindri 8F, 40127 Bologna Tel 351.9335068

Privacy Policy Cookie Policy